Proposta scuola anno scolastico 2022-2023 sez. Trentino – Alto Adige

Sezione di volontariato Trentino-Alto Adige

Spett. Dirigenti e Professori
degli Istituti scolastici

Aizo rom e sinti Odv – sezione di volontariato Trentino-Alto Adige – offre dal 2009 percorsi scolastici di conoscenza, approfondimento della cultura rom e sinta per le scuole di ogni ordine e grado, per alunni, docenti e genitori. Per l’anno scolastico 2022-23 abbiamo preparato 4 proposte realizzate col metodo della “Lezione Spettacolo”:
Le proposte sono state pensate in modo da dare conoscenza del mondo sinto e rom attraverso storia, usi e costumi di queste popolazioni, il genocidio e la discriminazione, proiezione e discussione del film documentario “Portami a vedere la notte” e un intervento contro la dispersione scolastico con una studentessa rom iscritta all’università di Milano.

Mettiamo a Vostra disposizione la nostra esperienza e professionalità per realizzare percorsi in classe condivisi con il corpo insegnante.

Gli interventi di seguito proposti hanno lo scopo di sensibilizzare alunni\studenti e docenti alla cultura rom e sinta, per superare pregiudizio e stereotipo; per aiutare a costruire un percorso didattico che leghi la particolare educazione di giovani sinti e rom alle richieste scolastiche. Gli interventi possono essere individualizzati, di sensibilizzazione per singole classi o indirizzati a tutta la scuola. L’Associazione crede che attraverso la conoscenza delle diverse culture presenti sul territorio si possa creare un legame di reciproco rispetto fra le persone, condizione essenziale per costruire una società giusta educando alla pace

Il Presidente
Gian Luca Magagni

Aizo Odv sezione Trentino Alto Adige propone per l’anno scolastico 2022/23 al corpo docente e agli alunni/studenti un programma di interventi per le scuole dell’obbligo e per le superiori.
Gli esperti dell’Associazione impegnati nel progetto scuola si propongono con la “Lezione Spettacolo”: gli interventi sono stati realizzati in maniera da creare un susseguirsi di immagini, racconto, spiegazioni e musica, coinvolgendo il pubblico e interagendo con lo stesso. E’ un modo innovativo che contraddistingue Aizo nell’approccio didattico, superando la difficoltà di alcuni ragazzi che faticano a mantenere la concentrazione a lungo e sostituendo le noiose lezioni frontali con una serie di azioni coinvolgenti. Lezione Spettacolo si compone quindi di momenti di lezione supportate dalle immagini di un Power Point, a momenti di discussione con gli studenti, a momenti di musica dal vivo e di recitazione di testi o poesie inerenti il tema dell’incontro. Gli esperti sinti e gagè (coloro che non sono sinti o rom) affrontano e approfondiscono le tematiche dell’incontro mentre il facilitatore crea l’interazione o la discussione.
Gli esperti e il nostro programma:

A. “Portami a vedere la notte”. Il film documentario racconta la cultura dei sinti e dei rom attraverso i 50 anni di attività dell’associazione Aizo. Girato fra Trentino e Piemonte raccoglie interviste e immagini di persone e luoghi che permettono una riflessione su chi sono i sinti e i rom e che futuro vorremmo costruire insieme a loro. Al termine della proiezione la discussione con Kimlo protagonista sinto del documentario e Gian Luca Magagni che faciliterà la comprensione del filmato. Intervento rivolto alle scuola primaria di secondo grado e scuola secondaria. Il docu-film è vincitore di alcuni Festival internazionali.

B. Sinti e rom, il genocidio dimenticato. Lezione Spettacolo con Carla Osella. Esperta del genocidio, la dottoressa Osella ha raccolto testimonianze dai superstiti dei diversi lager in tutta Europa. La lezione sarà dedicata alla memoria di un popolo che è stato eliminato per l’80% dalla follia nazista come e insieme al popolo ebreo. L’esperta sarà accompagnata da Gian Luca Magagni. Intervento rivolto alle scuola primaria di secondo grado e scuola secondaria.

C. La musica di dell’accoglienza, la storia di un popolo. Lezione Spettacolo con Vagane Sinti. Attraverso la musica i due esperti sinti Manuel Innocenti e Francesco Karis raccontano la storia del loro popolo, fra favola e realtà, fra immaginario collettivo e informazioni, slide, numeri, leggi e molto altro. Gian Luca Magagni responsabile del progetto sarà il facilitatore dell’intervento stimolando l’interazione fra gli alunni e gli esperti. Intervento rivolto alle scuola primaria di primo e secondo grado e scuola secondaria.

D. Una romnì contro la dispersione scolastica. Lezione Spettacolo con Rebecca Covaciu per riflettere sull’importanza della scuola, contro la dispersione scolastica. La giovane rom, talento artistico premiato dall’Unicef, interverrà attraverso la sua storia di difficoltà e la sua voglia di scuola indissolubile. Oggi, dopo la maturità artistica è al Conservatorio e studia violino e canto lirico. Rebecca nonostante la difficoltà ha capito che la scuola è il presupposto per un mondo libero e democratico. Intervento rivolto alle scuola primaria di secondo grado.

Incontro con gli insegnanti
La Dottoressa Carla Osella è l’esperta che per Aizo incontrerà il corpo docente che ne farà richiesta. L’incontro, di due ore circa, si concentrerà su chi è il popolo sinto e rom (cenni storici), la situazione attuale italiana (campi nomadi, microaree, baraccopoli, case), buone prassi di insegnamento per rom e sinti e risultati ottenuti (progetti di successo).
Per eventuali approfondimenti o maggiori informazioni rispetto all’offerta formativa e relativi costi contattateci.
I volontari Aizo si rendono disponibili a collaborare con i docenti per la progettazione e la eventuale creazione di ulteriori percorsi o ad apportare parziali modifiche od integrazioni a quelli sopra proposti. In attesa di un Vostro gentile riscontro porgiamo cordiali saluti.
Riferimenti: Rovereto
Cell.: 3497002035
E-mail: maggianluca@hotmail.com
Sito Internet: www.aizo.it
Referente: Gian Luca Magagni

L’A.I.Z.O. Odv sezione di volontariato del Trentino- Alto Adige è un’associazione di volontariato iscritta all’Albo delle organizzazioni di volontariato provinciale – sezione a), che intende operare per la tutela dei diritti civili e politici del popolo Rom e Sinto. La sezione regionale Trentino – Alto Adige nasce a Rovereto nel dicembre 2005 per volontà del gruppo storico di volontari del campo sosta della città (costituitosi più di 27 anni fa) con l’intento di contribuire attivamente al processo di emancipazione delle popolazioni rom e sinte e di partecipazione alla vita della comunità roveretana
I volontari svolgono molteplici attività, tra le principali:

  • Promuovono iniziative culturali, producendo spettacoli musicali e teatrali
  • Creano le condizioni per poter diffondere la cultura della prevenzione in campo sanitario ed accompagnare i sinti presso le strutture ospedaliere ed ambulatoriali (in particolare modo per le cure odontoiatriche)
  • Educano all’interculturalità diffondendo, attraverso incontri, eventi, concerti, mostre fotografiche – specialmente in contesti scolastici – un’informazione veritiera sulla cultura e sulla storia delle popolazioni rom e sinta. Questa difficile attività viene rivolta alla comunità locale tanto quanto ai sinti residenti sul territorio.
  • Creano una rete di reciproca conoscenza e scambio fra le associazioni e le istituzioni che si occupano di sinti e rom a livello nazionale
  • Sono presenti a livello nazionale negli incontri istituzionali sulle tematiche riguardanti sinti e rom
  • Promuovo il Progetto Ferro insieme alla Caritas diocesana di Trento per sostenere il lavoro di raccoglitore in maniera autonoma e regolare
  • Diffondono ogni anno dal 2009 la “Proposta scuola” per promuovere incontri, sostegno scolastico, seminari e corsi di formazione per alunni e insegnanti di ogni ordine e grado
  • Contribuiscono con i sinti nel riconoscimento di alcuni dei loro bisogni, cercando, anche insieme alle istituzioni, adeguate risposte (assemblee, incontri con i soggetti)
  • Cercano con i sinti soluzioni dignitose rispetto al problema dell’abitare: fuori dal campo sosta nelle microaree e/o negli appartamenti
  • Accompagnano le famiglie nell’inserimento in alloggio
  • Arredano ed organizzano insieme alle famiglie gli appartamenti assegnati
  • Individuano insieme ai sinti le opportunità offerte dal territorio per quanto riguarda istruzione, lavoro, formazione
  • Svolgono attività di doposcuola con i bambini, su specifica richiesta dei genitori, degli operatori del campo sosta, dell’assistente sociale o della scuola
  • Sono presenti in alcuni istituti comprensivi per affiancare gli insegnanti nei percorsi scolastici degli alunni sinti e rom
  • Ritengono che attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica si possa realizzare la costruzione di una società moderna multiculturale

A.I.Z.O. rom e sinti

L’AIZO rom e sinti OdV è un'organizzazione nazionale di volontariato nata a Torino nel 1971 con delega di 431 famiglie di sinti. La mission consiste nella difesa dei diritti e nella promozione dei doveri del popolo rom e sinto.