SOS alla Sindaca di Torino

 

Nuova email A.I.Z.O.Da molti mesi ormai si rincorrono quotidianamente segnalazioni di aggravamento per i territori che vedono inseriti campi rom.

Ringraziamo l’attenzione dei Consiglieri delle varie Commissioni, di Circoscrizione e comunali, come pure di coloro che animano i diversi comitati.

A questo punto si deve fare davvero qualcosa di concreto ed è con questo animo che abbiamo richiesto un appuntamento ad Appendino, sindaca di Torino: per capire come fare a risolvere.

Le visite dei Consiglieri dimostrano attenzione verso il problema ma sono state anche un’occasione mancata per iniziare a dialogare con le famiglie che vivono nei campi; parecchi rom, durante e al termine delle visite gli operatori e i volontari AIZO hanno spiegato con pazienza il motivo di queste presenze, rispondendo alle loro domande: “ma cosa sono venuti a fare?” “Chi sono?”

Chiediamo alla Sindaca di concretizzare la presenza delle Forze dell’Ordine, adoperandosi affinché esse possano operare e intervenire, certamente per controllare, ma ancora di più per ripristinare quel livello minimo di legalità fondamentale per poter costruire qualunque percorso ed anche per dare risposte alle istanze dei cittadini non rom che vivono su quei territori e che, singolarmente o attraverso Comitati, hanno in questi mesi presentato istanze puntuali all’Amministrazione e alla Prefettura.

Sono ormai più di 45 anni che continuano le attività di AIZO in supporto alle famiglie rom che vivono nelle aree cittadine; abbiamo notato in quest’ultimo anno una forte diminuzione delle presenze nelle aree degli operatori del Comune; come interlocutori delle Istituzioni oggi c’è la Polizia Municipale. In questo panorama diventa ancora più complicato lavorare nella direzione di un superamento della conflittualità che viene prima del superamento delle aree sosta.

Quali sono le ipotesi di lavoro che sta pensando l’Amministrazione comunale, quali sono le figure delle Istituzioni che oggi seguono i rom e con quale metodo, se i piani per le periferie contengono un qualche riferimento alla situazione e proposte politiche per la soluzione: queste sono alcune delle domande su cui vorremmo confrontarci con la Sindaca Appendino e i suoi Uffici. Le abbiamo chiesto un incontro, vorremmo costruire percorsi, come già più volte dichiarato.

Attendiamo fiduciosi.