S.O.S. ROM E SINTI

romni con mascherinaMolte famiglie di rom continuano a bussare da A.I.Z.O. chiedendo cibo per i loro nuclei, per i loro bambini…

Chi svolgeva attività precarie attraverso la raccolta di materiale ferroso, riciclo di oggetti vari raccolti nei cassonetti e rivenduti nei mercatini, non possono uscire di casa e pertanto quell’introito è venuto meno.

Chi aveva qualche risparmio oramai l’ha speso e si trova in una grave situazione economica…

Ci stiamo accorgendo, e lo diciamo con molta amarezza, che anche in questo periodo di coronavirus,  rom e sinti sono cittadini di serie B.

Tutto quanto ci viene dato noi lo consegniamo alle famiglie, molti di loro lo capiscono, altri hanno pretese incredibili che non sono realizzabili…

È un periodo difficile per tutti!

La solidarietà a parole serve a ben poco!

E comunque, quasi sempre, non c’è neppure quella.

Vogliamo ringraziare chi capisce la situazione, ma restiamo in attesa di soluzioni…..

Siamo reperibili ogni giorno (anche festivi) dalle h 8:00 alle h 21:00 a questo numero di cellulare 348 8257600