Ministro Riccardi: “Vergogna per i campi rom”

Ieri, 6 dicembre 2011, durante il workshop organizzato dalla Commissione Diritti Umani del Senato per delineare le priorità da affrontare nel Piano Nazionale per l’integrazione dei rom che l’Italia dovrà approvare entro fine anno, il neo-ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, Andrea Riccardi, ha dichiarato: “Come ministro posso dire che l’Italia non è tra i paesi più brillanti nell’affrontare la questione Rom, ma come cittadino a volte mi sono veramente vergognato della loro condizione nel nostro paese.” ed ha anche aggiunto: “Conosco e ho visitato non pochi campi rom. Dobbiamo agire per superare i campi affinché i Rom possano inserirsi tra gli italiani come italiani.” Ha inoltre ricordato l’olocausto dei rom, rammentando agli storici italiani di dimenticarsene troppo spesso.

A.I.Z.O. rom e sinti ha partecipato a questo workshop, portando la propria esperienza del lavoro quotidiano nei campi e ha ribadito la necessità di trovare soluzioni alternative ai grossi campi. Opinione condivisa anche dal ministro.

Ci auguriamo quindi che sia approvato al più presto una strategia nazionale, come richiesto dall’UE, che tenga in considerazione le necessità e i bisogni di tutti i rom e sinti.