Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Oggi 20 novembre 2013 A.I.Z.O. rom e sinti vuole ricordare nella Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia anche i bimbi rom e sinti, la fascia più vulnerabile, in termini di violazione dei diritti, di una popolazione già di per sé oggetto di odio razziale e intolleranza.

La situazione dei minori rom in Italia è stata riportata nelle Osservazioni Conclusive del 2003 del Comitato ONU, il quale ha espresso preoccupazione “per la difficile situazione sociale di questi ultimi, il loro limitato accesso ai servizi sanitari e all’istruzione. In aggiunta, il Comitato è profondamente preoccupato per il verificarsi di casi di discriminazione contro questo gruppo di bambini, a volte da parte dello stesso personale dello Stato parte”

Bisognerebbe quindi impegnarsi di più per la prevenzione dell’esclusione sociale e della discriminazione che impediscono ai bambini rom il pieno godimento dei loro diritti, incluso l’accesso all’istruzione e all’assistenza sanitaria. Senza dimenticare il diritto alla cittadinanza come premessa per l’esercizio di diritti fondamentali.

A.I.Z.O. crede fermamente che i bambini rom e sinti siano un valore da custodire, proteggere, sostenere e aiutare a crescere nel rispetto della loro identità, in quanto rappresentano la promessa di un futuro migliore: i rom e i sinti del domani.