A.I.Z.O. rom e sinti

L’A.I.Z.O. rom e sinti nasce a Torino nel 1971 dalla richiesta di 431 famiglie di sinti piemontesi a Carla Osella che svolgeva attività di volontariato nei campi abusivi.

L’associazione è apartitica, aconfessionale, a struttura democratica e senza scopo di lucro. Si ispira ai principi della solidarietà sociale e si adopera e lotta per la difesa e promozione della cultura e dei diritti civili e politici del popolo rom, sinto e dei caminanti.

Dal 1980 l’A.I.Z.O. rom e sinti si è sviluppata a livello nazionale ed è presente in 15 regioni attraverso progetti di inclusione sociale.

La mission consiste nella difesa dei diritti e nella promozione dei doveri del popolo rom e sinto, che si realizza attraverso un cammino comune di orientamento, affiancamento, sostegno ed accompagnamento.

L’A.I.Z.O. ha da sempre scelto di lavorare a strettissimo contatto con le famiglie rom e sinti, nella convinzione che una presenza concreta e costante presso i luoghi e le abitazioni sia condizione imprescindibile per la proficuità del lavoro intrapreso.

In quest’ottica si collocano i progetti di alfabetizzazione e di scolarizzazione mirati a minori e adulti rom e sinti e portati avanti da insegnanti che, con il supporto di operatori, garantiscono con continuità la loro presenza nei campi-sosta. Presso la Sede Nazionale A.I.Z.O. di Torino vengono organizzati corsi di preparazione per gli esami di licenza media e lezioni di educazione sanitaria. Sono inoltre attivati servizi di assistenza per i problemi di natura legale per le donne.

Rom e sinti, principalmente minori, ma anche adulti, prestano la propria opera presso i laboratori di icone, pelletteria e ceramica dove, sotto la guida di operatori dell’associazione, possono prendere contatto con i ritmi e le incombenze del mondo del lavoro.